Doc 2013/03. Rendiconto Cazzano nel 1618 (1)

In antico in Fiemme, in presenza di eredità con minorenni, venivano nominati dal giudice un tutore ed un curatore. In questo caso, dopo la morte del nobile Giovanni Battista Cazzano nel 1617, che lasciò come eredi tre figlie, di cui due minorenni, costoro assegnano per un anno l’amministrazione del patrimonio al notaio Michele Marchiori. In questo mese viene pubblicato il rendiconto d’amministrazione del notaio, dopo un anno, relativamente alle entrate. Nel prossimo mese di aprile verrà pubblicato il rendiconto delle uscite.

Rendiconto 1618 Cazzano 1